Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.

«Cosa c’è oltre quella riga lì in fondo?»
Lo sguardo era fisso su un punto lontano sulla linea dell’orizzonte, perso in un soffice e fresco mare verde.
«Oltre quella riga c’è tutto un mondo che aspetta solo di essere scoperto.»
«Ma davvero?» chiese sgranando gli occhi.
«Si, certo» risposi cercando di dosare bene le parole, provando ad essere il più razionale possibile. Impossibile da farsi…
«Oltre quella linea ci sono galassie inesplorate, amori non ancora vissuti, libri  scritti mai, favole da raccontare che non sono ancora state pensate, sogni che nessuno ha nemmeno mai osato sognare. Dietro quella riga bianca c’è la donna che vorrai essere, la persona che sarai. E tutto dipenderà da te.»
«Come dipenderà da me? Come faccio a decidere chi o cosa sarò?»
«Sarai quello che vorrai essere. E questo dipenderà esclusivamente dall’energia che ci metterai per passarla, quella riga. Sarai tutti gli sforzi che metterai per andare oltre, sarai tutte le strategie che attuerai per riuscirci, bimba. Sarai tutti gli sbagli che farai, le paure che dovrai affrontare. Sarai tutto l’amore che ci metterai per arrivare oltre. E dipenderà esclusivamente da te. Dalla tua voglia di conoscere ed imparare, dalla tua smania di correre e di vivere. Oltre quella riga in fondo, tirata a calce, si cela la donna che sarai. Solo tu puoi decidere come oltrepassarla.»
Gli occhi si fecero più attenti, lo sguardo più risoluto e fiero.
«Sarò una scrittrice!» disse con le scintille che schizzavano fuori dalle orbite come tizzoni ardenti.
Strinse forte la la palla a sé e corse a perdifiato verso quella riga.
«Farò la scrittrice, farò la scrittrice», urlò continuando a correre verso quel punto lontano. Verso la sua meta.
Sorrisi.
La guardai fiero come solo chi è capace di amare incondizionatamente può fare.
«Supera quella riga», pensai.
«E vivi libera nel tuo sogno. Perché tu, anche se ancora non lo sai, puoi essere tutto quello che vuoi. Basta credere.»

A una giovane scrittrice.