For Whom the Bell Tolls – Una notte con i Metallica

«Allora, sentimi bene… Sei pronto?» «Boh, credo di si.» «Credi di si, o ne sei sicuro? Guarda che non ho voglia di stronzate, non questa sera.» «Tranquillo: ci sono, ci sono. Non preoccuparti, andrà tutto bene.» «Andrà tutto bene? Davvero? E dall’alto di quale esperienza, dimmi, sei sicuro che andrà tutto bene, eh? Ascolta, fino ad oggi hai fotografato piccoli gruppi in piccoli club di … Continua a leggere For Whom the Bell Tolls – Una notte con i Metallica

Queen #2 | Io e Brian May

Il giorno in cui capii che avrei potuto farcela, che avrei potuto regolare i conti col destino era arrivata: finalmente era arrivato il momento di chiudere un cerchio aperto il 24 novembre del 1991. Il mio conto aperto con i Queen, dopo la morte di Freddie Mercury, poteva essere saldato in una calda sera di luglio nella piccola cittadina di Grado, in provincia di Gorizia. … Continua a leggere Queen #2 | Io e Brian May

Queen #1 | Il Mito Intramontabile

Ricordo esattamente il giorno in cui Freddie Mercury morì. Ero in camera mia, disteso sul letto, con lo stereo e la televisione accesa nello stesso momento: un classico, nel mio caotico mondo adolescenziale. Stavo ascoltando il lato A di “Master of Puppets” dei Metallica, opportunamente passato in cassetta direttamente dal vinile che un amico d’infanzia custodiva – a ragione – al pari di una reliquia … Continua a leggere Queen #1 | Il Mito Intramontabile

Confessioni pericolose | Amare vuol dire tornare

Ogni essere umano appartiene a più Patrie. C’è la Patria in cui nasci, in cui vivi, in cui cresci. È la Patria che ti insegnano ad amare fin da piccolo, che rispetti, per cui saresti pronto a dare tutto te stesso. Per molte persone però esiste un’altra Patria che, nella stragrande maggioranza dei casi, non ha nulla a che spartire con quella di provenienza. Può … Continua a leggere Confessioni pericolose | Amare vuol dire tornare

Alta | La prima Magia

Era una notte buia e tempestosa. Tutte le grandi storie cominciano pressapoco così. Persi in una perturbazione nel bel mezzo del Mar di Norvegia, viaggiavamo in direzione Nord, verso la placida e sonnacchiosa Honningsvåg. Sull’ultimo ponte della nave, un veloce e como do postale della conosciutissima compagnia Hurtigruten, si ballava come al centro di una affollata balera romagnola. La prua della “Midnatsol” beccheggiava in maniera … Continua a leggere Alta | La prima Magia