Some want to think hope is lost,
see me stand alone.
I can’t do what others may want,
then I’ll have no home.

Questa è una canzone per te.
Quando la musica parte, mentre le note si appropriano piano piano della scena, quando la melodia si fa più forte e le vibrazioni intense e coinvolgenti, questa canzone profuma di Te.

So for now wave Good bye and leave your hands held high,
hear this song of courage long into the night.
So For Now Wave Good-bye and leave your hands held high,
hear this song of courage long into the night.

Con lo scorrere del tempo le immagini nella mia mente si fanno nitide, dapprima perse in una nebbia densa ed impenetrabile che avvolge cose e persone.
Via via, come spazzate da un vento fresco, una brezza leggera portata dal mare dissolve il grigiore lasciando spazio alla luce che mi ritrovo dentro ogni giorno: alla luce forte e penetrante che profuma di Te.

And the wind will bear my cry to all who hope to fly,
hear this song of courage ride into the night.

Forti come le dita lunghe ed affusolate che si muovono sul candido bagliore dei testi bianchi e neri, forti come la lucida determinazione che ti fa andare avanti, nonostante tutto, sempre con il sorriso in volto e una parola buona per chi l’aspetta, forti come i miei pensieri e il tuo sorriso che dipingono il mio volto della meraviglia di te, forti come il mio mondo che profuma di Te.

Battles are fought by those with the courage to believe,
they are won by those who find the heart,
find a heart to share.

Hai insegnato ad andare avanti, a non avere mai paura del buio che ci si può presentare davanti, improvviso, a volerci sbarrare la strada. Hai insegnato a non mollare mai, a continuare testardamente che domani sarà un domani migliore, che ci sarà ancora tempo per sorridere, per amare, per divertirsi e per farsi emozionare. Hai insegnato che il gusto della vita sta tutto nel viverla appieno, a duecento chilometri l’ora, essendo ingordi di tutto, ingordi di gioia, di brividi, di emozioni e ingordi di vita. Mi hai insegnato che nulla è mai troppo, e che il domani profuma di Te.

This heart that fills the soul will point the way to victory
If there’s a fight then I’ll be there I’ll be there.

Ed è per te che la musica si fa più alta, le note più potenti e le parole più pesanti. E in questo scritto, in cui ho parlato solo di Te, permettimi di dirti che se ci sarà una battaglia da combattere, l’ennesima battaglia di una vita radiosa e felice, io ci sarò, sarò lì a combatterla, fino a profumare di Te.

If there’s a fight then I’ll be there I’ll be there.

Manowar – Courage.

 

Jeg er.

Peluso Daniele.
Non sono un tassista, non sono un fotografo né uno che scrive su di un blog.
Non sono un dirigente di una società di Rugby e non sono un allenatore. Non sono un giocatore né un cantastorie e non mi sento un motivatore.
Sono io: Peluso Daniele, e sono tutto. E sono niente.
Sono uno che è abituato a ridere, anche di sé stesso, a divertirsi e a far divertire; sono uno a cui piace pensare ed invita a riflettere.
Sono una persona amata e che ama, sono un uomo che abbraccia chi vuole farsi abbracciare e bacia chi ha voglia di farsi baciare. Sono una persona che ama provare emozioni e che le vuole condividere con chi è capace di provare emozioni. Sono una voce che spinge, ma sono il sorriso bonario di chi invita alla prudenza.
Sono la pigrizia di chi centellina anche i respiri e sono il furore divino di chi non è capace di stare fermo, nemmeno con la mente.
Sono il guizzo del pensiero fuori dalla scatola e il rispettoso guardare a chi è meglio di me. Mi lascio ispirare, copio, imito, vivo.
Sono il bello della contemplazione silenziosa, la gioia dell’azione, la sublimazione della parola, l’importanza del gesto.
Sono felice di vivere una vita che non vuole arrendersi ed essere normale.

Perché normale è ieri, ed io sono già domani.

pelupagliaccio

Sono il moto perpetuo, irrequietezza di spirito, la voglia di vivere e provare.
Sono la gioia del fallimento, l’estasi del disastro.
Io, oggi, godo dei miei tonfi, dei miei insuccessi, delle mie magre figure.
Io, oggi, non sono già più quello che sono, né quello che faccio.

Io, oggi, sono già quello che potrò essere domani…

PelusoDaniele.png