In un Mondo Lontano

Stanotte ho sognato.
Ero in un altro mondo, in un universo parallelo lontano dal nostro conosciuto.
Un mondo diverso, popolato da strane creature.
Creature antropomorfe non dissimili da noi, seppur molto diverse.
Creature che condividono ogni giorno della loro vita assieme ai loro simili: utilizzano piattaforme tecnologiche per comunicare, per restare connessi gli uni agli altri. Infarciscono questi socializzanti di fotografie, video, pensieri. Raccontano a tutti i cazzi loro, le loro gioie, i dolori, piangono, ridono, celebrano i loro “per sempre” con la platea di annoiati spettatori che scrollano veloci all’ennesima foto del culo del loro cane, del piatto di lasagne fumanti, della corsa che hanno fatto con tanto di dati biometrici, geolocalizzati, condivisi e sudati.
Hanno tessere per tutto: per la palestra, per i supermercati, per la benzina, in farmacia e pure al bar. Raccolgono punti regalando la loro vita, i loro gusti, le loro abitudini a creature senza volto né nome e ne ricevono in cambio oggetti scadenti di dubbia fattura. Si abbonano a tutto quello che serve per distoglierli dalle loro – spesso – banali e inutili esistenze. Servizi televisi on demand, shopping virtuale, musica e video in streaming che pagano con carte di credito, di debito, con valuta elettronica tracciata e registrata. Si taggano, geolocalizzano, magari anche mentre commettono reati, fanno dirette ubriachi in macchine volanti, danno in pasto silenziosamente i corpi seminudi di sculettanti figli per maciate di like. Sono creature meravigliosamente indipendenti, perennemente sotto la luce dei riflettori, ma sono anche un pochino strane alle volte.
Capita che, ogni tanto, si sento in pericolo: sentono minacciata la loro libertà e reagiscono con violenza. Nulla deve turbare la loro libertà di raccontarsi al loro mondo, nulla deve impedire loro di vivere la propria vita sotto un attento microscopio commerciale. Perché se mai dovesse succedere, gridano allo scandalo, alla rivolta; parlano di dittatura e di controllo coercitivo, invocano il Grande Fratello.
Che esseri strani, queste creature tanto lontane da noi.❤

9 pensieri su “In un Mondo Lontano

  1. Siamo sicuri che quelle esistenze siano davvero “banali e inutili”, e non sia piuttosto questa la percezione costruita da chi possiede gli strumenti che qui descrivi? Ed aggiungo: siamo davvero sicuri che la colpa di aver affidato le proprie vite a queste entità sia delle persone? È davvero possibile fare altrimenti?

    Piace a 1 persona

    1. A ognuno le proprie considerazioni e il compito di tirare le somme come meglio vuole. Alla fine ciascuno di noi ha la risposta pronta per il proprio caso.
      Per me è così e sì la colpa è delle persone: nessuno mi obbliga connun fucile piantato alla schiena di farmi la tessera alla coop o alla conad, né di pagare con il telepass o geolocalizzarmi quando bevo uno spritz. Scelte. La vita è fatta solo ed esclusivamente di scelte.

      "Mi piace"

      1. Ma io non mi sto scusando, io non mi geolocalizzo quando bevo uno spritz e, anzi, in generale non mi piace neppure farmi foto. Il punto è: si può davvero vivere in una società che ci dice che questo è pressoché obbligatorio? Non avere la forza di non farlo è comprensibile.

        Piace a 1 persona

      2. Appunto. Dobbiamo dare la colpa a chi non se la sente di essere praticamente escluso da quello che è ormai un pezzo significativo di vita sociale? Il problema non è chi i social li usa, ma chi li possiede, secondo me.

        "Mi piace"

      3. Non è un discorso di colpe, secondo me, né un discorso che riguarda un singolo. La mia è un’analisi soggettiva, uno spaccato del mondo visto dai miei occhi. Poi, come sempre, ognuno può trarre le proprie conclusioni e decidere da che parte della barricata mettersi.
        Tutto è possibile perché le volontà dei singoli sono indiscutibili. E fai attenzione, non si parla solo di social…

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.